Doshu Yoshigasaki

* 1951   † 12.02.2021

2021-03-01

Kenjiro Yoshigasaki nacque a Kagoshima, una città portuale sulla punta meridionale di Kyushu, e studiò a Tokyo. Lì scoprì l'Aikido quasi per caso. Nel 1977 accompagnò in Europa il maestro Koichi Tohei in qualità di Otomo e Uke. Si stabilì a Bruxelles e divulgò dapprima Ki e poi anche Shin Shin Toitsu Aikido in qualità d'insegnante della Ki no Kenkyukai.

Seminario estivo a Empoli 1979

Koichi Tohei e Kenjiro Yoshigasaki, da una foto di gruppo.
A quel tempo Yoshigasaki Sensei era già 4° dan con un livello tecnico eccellente. Era anche in forma in termini di condizione e in qualità di Uke fu in grado di completare tutti i 30 Taigi (precursori degli Tsuzukiwaza). Tohei insegnò in inglese, le traduzioni in italiano furono curate da Maurizio Volpe.
Molti partecipanti al seminario avevano già esperienza in altri stili di Aikido e rimasero sorpresi da quante spiegazioni Tohei Sensei poteva dare fino al momento in cui si poteva praticare una nuova tecnica.

Discussione

Koichi Tohei e Kenjiro Yoshigasaki in una vivace discussione durante una pausa dietro la palestra. A quanto pare Yoshigasaki aveva già le sue idee parlando con il suo maestro Tohei. La foto mostra Yasuko Taniguchi (2° da sinistra), Koichi Tohei (3° da sinistra), Kenjiro Yoshigasaki (5° da sinistra), Mario Peloni (6° da sinistra) e Renata Carlon (7° da sinistra).

Seminari in tutta l'Europa

Fino al momento delle restrizioni dovute al COVID nella primavera del 2020, Yoshigasaki Sensei era costantemente in viaggio da Bruxelles. Nei fine settimana visitava i dojo in Europa e in estate teneva diversi seminari settimanali come il seminario a Bosco Gurin (CH). Ha tenuto il suo ultimo seminario nel ottobre 2020 a Novara, nel Nord Italia. Insegnò in inglese, italiano e francese. Ad alcuni dei suoi studenti Yoshigasaki ha conferito il nono dan.

Primo seminario ad Haigerloch (D) 1991


Dopo un seminario di preparazione con Dagmar Kristkeitz, l'Associazione per Ki, Aikido e Salute riuscì ad invitare Yoshigasaki Sensei ad Haigerloch nel 1991. Nella bellissima grande palestra c'era molto spazio per i numerosi partecipanti di Haigerloch ed di altri dojo tedeschi. Yoshigasaki insegnò in inglese e la traduzione in tedesco fu curata da Irene Hänsler-Opizzo.
Un decennio dopo, Yoshigasaki Sensei insegnò in italiano a causa di numerosi partecipanti di Novara e Balerna. In realtà, aveva anche imparato il tedesco, ma lo parlava raramente.

All of AIKIDO

Dal 1999 al 2001, Yoshigasaki Sensei, 8° dan della Ki no Kenkyukai di Tohei, filmó lo stato delle tecniche Shin Shin Toitsu Aikido e le pubblicó su 5 nastri VHS. Più tardi, le registrazioni originali furono digitalizzate. Ora sono disponibili anche in ottima qualità su Internet.

Libri di Yoshigasaki Sensei

Nel 2002, Yoshigasaki pubblicó il suo libro "Viaggio interiore di uno straniero". Descrisse la sua visione della vita, della percezione, della meditazione e della realtà.
Nel 2015 ha pubblicato il suo libro "Aikido - arte di vita". Contiene le descrizioni verbali di tutte le tecniche di Aikido che ha insegnato, illustrate con molte foto e spiegazioni per Misogi e Kenkodo.

I concetti centrali dell'Aikido di Yoshigasaki Sensei sono percezione, linee e forme. Durante i seminari parlava non solo di Aikido, ma della vita e del mondo. Così facendo, ha dato a molti dei suoi studenti importanti stimoli di riflessione.
All'inizio degli anni 2000 si separò dalla Ki no Kenkyukai di Tohei e insegnò la sua concezione di Aikido. Cambiò solo leggermente il canone delle tecniche e il programma d'esame, con più logica (matematica - secondo le sue parole) e una filosofia ulteriormente sviluppata. Ha risolto la contraddizione tra Aikido e autodifesa, in un primo momento, con la consapevolezza che l'Aikido sui tatami è un'arte e non una copia della realtà.
Fino all'anno 2000 circa insegnava l'Aikido di Tohei, per i vent'anni successivi studiava le tecniche osservando i suoi studenti e le migliorava rendendole più armoniose. Più recentemente, lavorava ad un progetto di libro che si occupa di Aikido nella vita reale, cioè autoprotezione invece di autodifesa, rispettando i principi etici dell'Aikido. C'è da sperare che questo progetto venga portato a termine da coloro che sono stati finora coinvolti.
L'autore di queste righe ha partecipato a molti seminari di Yoshigasaki Sensei per più di 40 anni e ha un alto rispetto per la opera di vita di questo grande maestro di Aikido, che è sempre apparso molto modesto; ció non ha impedito a Yoshigaki Sensei di sviluppare e insegnare le sue proprie spiegazioni e idee della vita e dell'Aikido. L'immagine della realtà di Yoshigasaki è emersa con il profondo sottofondo della cultura giapponese, il suo multilinguismo e la sua visione delle culture europee. Questa immagine era inevitabilmente anticonformista ed ha esposto i lati oscuri delle culture europee e le concezioni fallite della cultura giapponese, al fine di ottenere miglioramenti. Per molti dei suoi studenti, questo approccio è diventato formativo.
Per il futuro, c'è da sperare che i numerosi dojo della Ki no Kenkyukai Internazionale in Europa troveranno il modo di continuare a lavorare insieme in modo evoluto per sviluppare ulteriormente gli insegnamenti di Doshu Yoshigasaki.

Due canzoni per dire addio

雪の降る町 Yuki no furu machi
Musica: Yoshinao Nakada 1953. Testo: Naoya Uchimura

さくら Sakura - Fiore di ciliegio
Musica: Vecchia melodia popolare giapponese. Testo: tradizionale

Materiale del video by Luis Alvarez

Yuki no furu machi

雪の降る町を 雪の降る町を
思い出だけが 通りすぎて行く
雪の降る町を
遠いくにから落ちてくる
この想い出を この想い出を
いつの日にか包まん
あたたかき幸福のほほえみ。

Yuki no furu machi o, yuki no furu machi o,
omoide dake ga toori sugite yuku
yuki no furu machi o.
Tooi kuni kara ochite kuru
kono omoide o, kono omoide o,
itsu no hi ka tsutsuman.
Atatakaki shiawase no hohoemi.

Una città innevata, una città innevata.
Passano solo i ricordi.
In una città innevata
cadere da lontano
Prendi questi ricordi, questi ricordi.
Un giorno sarò incartato
Un sorriso di calda felicità.

さくら さくら Sakura Sakura

さくら さくら 野山も里も
見わたすかぎり
かすみか雲か 朝日ににおう
さくら さくら 花ざかり
さくら さくら やよいの空は
見わたすかぎり
かすみか雲か においぞいずる
いざや いざや 見にゆかん

Sakura sakura noyama mo sato mo
mi watasu kagiri
kasumi ka kumo ka asahi ni niō
sakura sakura hana-zakari
sakura sakura yayoi no sora wa
mi watasu kagiri
kasumi ka kumo ka nioi-zoi zuru
iza ya iza ya mi ni yukan

Data speciale

La data 12.02.2021 è speciale. Leggendo in avanti o leggendo all'indietro si ottiene lo stesso risultato. Negli anni dal 2001 al 2092, sono i giorni di febbraio che hanno questa proprietà.
Prima data di questo tipo nel calendario gregoriano e con il modo di scrivere GG.MM.AAAA era la data 01.01.1010 e l'ultima sarà il 31.12.2113. In altri calendari o con altri modi di scrivere, ad esempio con la data standard internazionale AAAA-MM-GG, risultano chiaramente giorni diversi.